Valentino Rossi in impennata sulla sua Yamaha
Valentino Rossi in impennata sulla sua Yamaha

L’arrivo di una Ducati competitiva e del pilota Stoner aveva spostato il mio tifo da un Valentino un po’ monotono, alla rossa di Borgo Panigale. Il campionato vinto l’anno scorso mi ha fatto credere che fosse nato qualcosa che potesse offuscare la stella del pilota di Tavullia.
Il primo successo di quest’anno mi faceva credere che anche quest’anno la MotoGP si sarebbe tinta di rosso e fin dall’inizio avevo creduto che la scelta di Valentino di cambiare le coperture, fosse un rimediuccio sbagliato.
Ma con le vittorie di Valentino e la conferma che la sua moto è quella che è grazie alle sue prodezze ed alla sua sensibilità, mi hanno portato a concludere che Valentino Rossi è il pilota più forte in assoluto ed è così da dieci anni, un periodo di successo che solo il grande Ago può vantare.

Il gran premio di Repubblica Ceca, conclusosi da poco con l’ennesima vittoria da Re di Rossi, confermano quanto detto.
Se non è lui che le vince per il suo modo di guidare e per la sua moto, è l’avversario che gli consegna la vittoria in mano e comunque lui è li a prenderla, non è mai troppo lontano da una vittoria che conquista spesso con il suo carattere e il suo modo di gestire le gare.
Valentino continuerà a regnare per molti anni ancora e pochi potranno offuscare la sua stella di fuoriclasse, quel fuoriclasse che qualcuno crede di essere finchè non esagera.

Valentino Rossi non si batte con la cattiveria, ne con l’esagerazione, ne con la fortuna. Valentino lo si batte se si è meglio di lui, fin dal proprio DNA e finora la continuità e l’essere sopra, sono sue esclusive.

Complimenti Valentino, meriti il tuo ottavo titolo perchè nessun altro può raggiungerti.

Annunci