Oggi il Mare era grigio. Tanti toni di grigio.
Bellissime frasi di grigio.
Anche il Cielo era grigio sopra il Mare. Con tanti toni di grigio.
Bellissime marezzature di grigio.
Non passa inosservata cotanta specularità e non passa inosservata tanta assonanza.
Tra queste due maestose entità, complementari l’una all’altra,
c’era il mio sguardo.
Fermo, tra un onda e l’altra.

Proprio un onda, placida e silenziosa, è corsa verso me a salutarmi,
ad accogliermi.
Quanta forza e quante voci in quelle onde. Una incessante comunicazione
ed una interminabile teoria di movimenti, corse, tuffi e schiume pallide e fatue.
Una saturazione di vitalità che lasciava senza respiro.

Come il Mare ho percepito i miei pensieri.
Come il Mare ho sentito il mio cuore.
Come il Mare ho ascoltato il mio sangue riscaldare il mio corpo.
Come il Mare ho avvertito la mia vitalità.

Tra il Mare ed il Cielo c’ero io
e mi sono sentito proprio bene.
Grazie per questo spettacolo meraviglioso!

Annunci