…la macchina transitava velocemente sulla strada siciliana. Gli occupanti, abituati ad una vita pericolosa, non potevano certo pensare che proprio quel giorno avrebbero affrontato il loro ultimo viaggio.
Un boato assordante creò una voragine sul manto stradale, facendo esplodere al contempo, la macchina su cui viaggiava l’uomo che più di tutti stava facendo luce sui sofisticati meccanismi della mafia e sui suoi intricati allacciamenti con la politica di allora e su quelli che si sarebbero consolidati in futuro.

19 anni dopo non s’è fatta ancora piena luce sui mandanti di quella strage. Giovanni Falcone e gli uomini coraggiosi della sua scorta, come molti altri morti di stato, sono passati a miglior vita senza ragioni e senza poter capire chi li ha uccisi.
Chi è stato e perchè non si saprà forse mai!

Non dobbiamo dimenticare e soprattutto pensiamo a qualche cosa che potrebbe aiutarci a capire meglio la morte non solo di Falcone, ma anche di Paolo Borsellino.
Se fate due conti pensate che nel 1992 i due magistrati furono uccisi perchè avevano scoperto molti intrallazzi tra malavita, politica e imprenditori (tra i quali non è possibile stabilire chi sia il delinquente) e la loro morte provocò una tale indignazione che non fu possibile evitare di indagare su mandanti e responsabili.
Due anni dopo Silvio Berlusconi entra in politica!

E ho detto tutto!

Annunci