Oggi la mia magnanima Azienda USL mi ha elargito lo stpendio di 1644 euri circa. Quasi 50 euri in più dello stipendio di quattro anni fa. A quell’epoca lo scrivente percepiva 1605 euri.
Solo che oggi siamo nel fottutissimo 2012 ed il costo della vita è aumentato di almeno 300 mensili. Nel 2008 un litro di benzina costava circa 1,400 euri, ieri l’ho pagata 1,870.
Metto subito in chiaro che io sono un uomo fortunato e che il mio stipendio è un buon stipendio, confrontato a quello delle operaie che da noi fanno le pulizie. Loro prendono la metà per 120 ore al mese di durissimo lavoro. Come dire….il lavoro nobilità!

Vediamo i conti/costi della mia vita.
Io sono un uomo separato con figlio a cui elargisco circa 650 euri mensili, perchè non è lui che deve pagare il costo della mia decisione di non vivere più con sua madre.
Vivo in un monolocale per cui pago 500 euri di affitto mensili, spese comprese.
Tirando le somme:
1644 – 1150 = 494 euri di vita.
Non mi deve capitare nulla per cui debba tirare fuori altri soldi.
494 euri tra mangiare, fumare (Toscani, ma ci posso anche rinunciare), uscire con la signora che frequento (ma potrei dimezzare le uscite, scendendo a 4 volte al mese), spese di connessione al web (20 euri, ma posso anche rinunciare, nei paesi scandinavi l’accesso al web è un diritto civile!), spese di telefonia (30 euri al mese, ma potrei calare a circa 100 minuti, ma non ci sono contratti del genere), un paio di pizze (15 euri, ma ci posso rinunciare), benzina (60 euri circa, ma posso rinunciare a circa 20)…
Insomma una vita da 494 euri fatta di rinunce … e BASTA!

E va bene, farò delle ulteriori rinunce, in nome della crescita economica e per onorare il buon nome delle banche, quelle istituzioni magnanime che ci hanno voluto così bene, da aver dilapidato tutto e aver piazzato un loro uomo al governo.

Grazie a tutti 🙂

Annunci