Conoscere le cause che provocano il cancro, significa anche avere la possibilità di evitarlo e curarlo!

Articolo originale – Traduzione, modifiche e integrazioni di Giorgio Beltrammi

Ogni giorno ci ammaliamo di cancro e ogni giorno guariamo da esso.
E’ una affermazione importante e grave, lo so.
Gli operatori della Nuova Medicina Germanica (NMG) conoscono le cause del cancro; conoscono le cause del cancro alla mammella, conoscono le cause del cancro alla prostata, conoscono anche le cause del cancro del polmone. Conoscono anche le cause del cancro che raramente viene diagnosticato, ma che tanta gente patisce nel corso della propria vita.
Il cancro è ampiamente sconosciuto e incompreso e, per questo, inutilmente temuto. Nella attuale mitologia medica, il cancro sarebbe una sorta di forza maligna che attende il momento opportuno per invadere alcune parti vulnerabili del nostro corpo. Una volta entrata, inizia a rafforzarsi e ad impadronirsi di parti sempre più ampie di noi fino a che soccombiamo – a meno che, naturalmente, non veniamo graziati da un miracolo medico.
Solo che chi somministra queste cure non ha capito che cosa causi il cancro, più di quanto possano averlo capito i pazienti sottoposti a terapia. Non conoscendo il reale obiettivo del cancro, ci presentiamo al suo cospetto senza alcuna speranza.
Ne deriva che, nella nostra diffusa ignoranza, dobbiamo assolutamente combatterlo e cacciarlo. Dobbiamo assolutamente credere che il cancro possa essere sconfitto, come fosse un demone letale.
Ma la verità è che la guerra contro il cancro è stata perduta dalla medicina convenzionale.
La NMG basandosi sulle 5 Leggi Biologiche, può essere applicata a tutte le cosiddette “malattie” e comprende le ragioni del cancro da una angolazione completamente differente. Il cancro anziché essere uno spietato nemico che attacca a caso, è effettivamente la nostra risposta, evoluta e biologica, a particolari eventi che intervengono nella nostra vita.

Manuale di Applicazione delle Cinque Leggi Biologiche - Vol. 1

Voto medio su 3 recensioni: Buono

1. Che cos’è esattamente il cancro?

Cancro è un termine usato ogni volta che in un’area del corpo avvenga la crescita di tessuto fuori dal normale. Poiché nella medicina convenzionale questo fenomeno è senza ragioni e sconosciuto, si parte dall’assunto che sia tessuto “fuori controllo” (mentre il restante tessuto cresce sotto il nostro stretto controllo, giusto? Chi di noi non controlla quotidianamente che il proprio tessuto intestinale cresca bene?). Dato che la condizione è incontrollata e incompresa, viene definita “invasiva” e se ne ha una enorme paura. Esattamente come si aveva paura di streghe e demoni durante il Medio Evo. Ancora oggi viviamo nell’Era Oscura dell’oncologia e centinaia di persone muoiono inutilmente ogni giorno – spesso a causa della stessa terapia oncologica che è di gran lunga più aggressiva del cancro stesso.

Si parla di cancro quando in un organo o in un tessuto compare la crescita di tessuto in eccedenza. Ad esempio, tessuto assorbente in eccesso nel colon viene definito cancro, tessuto basale extra nella cute, definito carcinoma baso-cellulare.

Ci sono oltre 200 tipi diversi di cancro, tutti sconosciuti e incompresi, alcuni meno temuti perché danno l’illusione di essere “sotto controllo”.
Le principali categorie cancerose comprendono:

  • Carcinoma – cellule extra nel derma o nei tessuti che coprono gli organi interni.
  • Sarcoma – cellule extra nei tessuti dell’apparato muscolo-scheletrico che comprende ossa, cartilagine, tessuto adiposo, muscoli, vasi sanguigni e tutti i tessuti connettivi o di supporto.
  • Leucemia e Linfoma – eccedenza di uno o di un altro componente del sangue, del plasma o del fluido linfatico

2. Le conseguenze del capire le origini del cancro

Imparare e capire la NMG significa anche capire da dove origini il cancro e le ragioni per le quali interviene nella vita di una persona. Questa conoscenza comporta un cambio di psicologia per cui si possono capire, abbastanza bene, le tristezze delle persone che parlano della perdita di un proprio famigliare per una forma di cancro che ha colpito sempre la loro famiglia. Si arriva a capire bene i segreti di famiglia rispetto a quel cancro ed il modo in cui prende piede.
Se se ne parla, le persone iniziano a trasmettere le loro angosce, le paure, la disperazione e il timore di esserne colpite. Si arriva a conoscere queste persone anche molto intimamente, ma non si può fare molto per loro.
Anche mettendosi davanti alla porta di un reparto oncologico, che cosa si potrebbe dire alle persone che escono piangendo perché il loro male ha ripreso la sua folle corsa? Certo si può sapere come aiutare quelle persone, ma non gli si può dire nulla. Non è come parlare del cancro che è capitato a qualcun altro; potrebbero non aver voglia di parlare delle cose intime della propria vita con chiunque. Molte persone vogliono solo una spalla su cui piangere.

Inoltre si rischiano le vendette dell’industria medico-farmaceutica e di chiunque vuole che le cose rimangano come sono ora. Ci sono molti miliardi di euro che girano intorno all’attuale triade terapeutica del cancro e potete star sicuri che se cercate di cambiare il modo di curare le persone, ci saranno reazioni molto violente, la storia ne è piena.
Tuttavia non c’è nessuno impedimento all’apprendere come curare voi stessi. E’ quindi utile imparare a conoscere le ragioni del cancro per poi cercare unicamente di vivere una vita lunga e serena. Se volete aiutare gli altri indicate solamente queste pagine e i testi che vi ho suggerito nel mio libro, lasciate solo che siano gli altri a scegliere.

La Nuova Medicina Germanica in Breve

Voto medio su 1 recensioni: Sufficiente

3. Cancro: un grande mistero

Quella di cancro è la più terrificante diagnosi che chiunque possa subire e lo è solamente perché il cancro è vissuto come un diabolico mistero. Dato che la maggioranza di noi – ricercatori medici compresi – non conosce veramente cosa possa causare un cancro, dipendiamo da una serie di ipotesi mediche:

  • l’ipotesi del controllo genetico – riguardante il comportamento cellulare e la velocità di replicazione delle cellule
  • l’ipotesi dei carcinogeni – sostanze o situazioni che oltrepassano le nostre difese penetrando nel materiale generico delle nostre cellule
  • l’ipotesi della mutazione genetica – in cui le cellule si comportano in modo autonomo, senza invece supportare l’intero organismo
  • l’ipotesi della crescita incontrollata – dovuta a cellule impazzite
  • l’ipotesi della tossicità – delle cellule cancerose
  • l’ipotesi della malignità – (letteralmente, “nate per essere maligne”) in cui le cellule cancerose si vorrebbero impadronire del corpo per un proprio scopo
  • l’ipotesi delle metastasi – cellule cancerose che abbandonano il tumore primario per raggiungere altre parti del corpo ed avviare li un nuovo cancro

e molte altre

Si tratta solo di ipotesi, il che significa che sono idee che sono state proposte e sono state sottoposte a test di validità. Nessuna di esse è stata comprovata e dimostrata. Molte sono state decisamente smentite.

Al contrario, gli operatori della NMG comprendono le basi concettuali del cancro attraverso l’osservazione dei modelli che si manifestano nel 100% dei pazienti ammalati di cancro. Le leggi biologiche non sono ipotesi più della legge gravitazionale o della termodinamica.

Cosa c’è sotto è una buona notizia per tutti coloro che cercano una soluzione.

Ciò che causa un cancro è esattamente quello che genera ogni forma di malattia che colpisce l’uomo: uno shock acutissimo, serio, vissuto in e con un senso di isolamento a cui la persona non era assolutamente preparata. E’ importante capire questo. La persona viene colta di sorpresa, in modo traumatico e non potendo trovare da sola le opportune risposte a questo trauma, subentra la Natura a salvargli la vita.
Quello che avete sempre pensato sul cancro è probabilmente sbagliato

C’è una “storia standard sul cancro” a cui siete già stati educati: l’azione di “sostanze cancerogene” e la “crescita incontrollata” delle cellule e il trattamento deve essere quindi “espellerle” o “sterminare le cellule cancerose”.
Sulla base di queste credenze e su osservazioni empiriche, è fin troppo facile prevedere come le vittime del cancro, sentendosi destinate ad un futuro di dolore e morte, siano disposte a ricoverarsi, a subire la terribile chemioterapia, la invadente chirurgia e le temibili radiazioni, pur di raggiungere la condizione di individui “liberi dal cancro” al più presto possibile.
E’ per questo che la diagnosi di cancro è così terrificante.

Nei primi anni ’80 il Dr. Ryke Geerd Hamer ha scoperto qualcosa al riguardo del cancro, che risultava essere riscontrabile nel 100% degli oltre 10.000 casi che aveva studiati. La chiamò “La Legge Ferrea del Cancro“.
Si trattava di un evento avvenuto nella vita della persona e che aveva caratterizzato tutti i pazienti che aveva esaminato.
Senza eccezioni, ogni tumore, tra le dozzine di quelli esaminati, era iniziato con un singolo evento, era iniziato con un singolo evento che aveva contraddistinto traumaticamente la vita della persona. Ogni singolo evento determinava il tipo di cancro che la persona sviluppava.
Inoltre il cancro, che si accresceva rapidamente in qualche parte del corpo, aveva sempre un buona ragione per farlo.

Giunse a concludere che Le cellule extra non sono cellule “cattive”. Esse sono un rafforzamento delle cellule normali che aiuta l’organismo al fine di compiere una o più funzioni in modo più efficace.

La ricerca medica è corretta quando afferma che se è possibile conoscere la causa del cancro, è anche possibile curarlo.

Il Dr. Hamer riuscì a provare tutto questo, in quanto dopo aver scoperto la Legge Ferrea del Cancro e dopo averne applicati i principi, i suoi pazienti ammalati di cancro andarono incontro ad uno straordinario allungamento della propria vita nel 90% dei casi – in alcuni casi ci fu una completa remissione e inversione nell’aspettativa di vita di pazienti trattati con terapie convenzionali.

Tabella Scientifica della Nuova Medicina Germanica. Con poster e tabella

Voto medio su 26 recensioni: Da non perdere

La crescita del tessuto “canceroso” è governata dal nostro cervello.
Il “controllore” della crescita o della morte cellulare è l’innervazione – che è una connessione elettrica – che parte dal centro nervoso del nostro corpo: il cervello. Il cancro è quindi controllato dal nostro cervello.
La crescita e la proliferazione delle cellule effettivamente aumenta la funzionalità dei tessuti di cui il cancro fa parte. Ne deriva che le cellule “cancerose” sono una parte normale del nostro corpo, ma una parte comandata dal nostro cervello in modo che compia il proprio lavoro con maggiore efficacia. Non c’è alcuna insensatezza riguardo al processo e nessuna malignità al riguardo della crescita del tessuto.

Il vero pericolo del cancro non è nella sua proliferazione, nella crescita del tessuto o nella iperattività tissutale. Il pericolo è che qualsiasi shock che si presenta nella nostra vita coinvolge il cervello ed i tessuti da esso governati per fornire ulteriore energia. Per questa ragione il tessuto extra è effettivamente vitale per aiutarci a risolvere i problemi. Se asportiamo, bruciamo o distruggiamo queste cellule, stiamo lavorando contro lo sforzo della Natura per aiutarci a sopravvivere.
In rare situazioni il cancro può essere pericoloso se le dimensioni del tessuto extra bloccano meccanicamente altre funzioni vitali, come nei tumori intestinali che possono arrivare a bloccare il transito del contenuto.

Tuttavia, in questa epoca oscura dell’oncologia, il più grosso pericolo per molti malati di cancro è la chemioterapia, la radioterapia e/o la chirurgia demolitiva radicale, le quali tendono a privare il paziente delle energie che gli servono per tornare ad essere in salute. Basta fare delle ricerche su internet per avere conferma che le attuali terapie non hanno invertito la tendenza ed avvelenano i pazienti.
E’ tuttavia molto difficile trovare supporto al trattamento olistico del cancro. C’è molta disinformazione la fuori, disinformazione che avvilisce costantemente l’uso di quelle terapie efficaci e non invasive che potrebbero davvero ridare serenità e benessere a tutte le persone di questo mondo. Questo significa che per curarvi dal cancro dovete non solo capire il conflitto che vi ha ferito, non solo dovete capire come il vostro organismo ha risposto ad esso, ma dovrete soprattutto battervi con l’accanita opposizione della vostra famiglia, dei vostri amici e del vostro medico.
La migliore difesa è quindi un sano egoismo, un pizzico di amore e una massiccia dose di sopportazione e comprensione,

Prosegui con l’analisi dei sintomi del cancro →