Articolo originale – Traduzione e adattamento di Giorgio Beltrammi

Per più di un secolo, la medicina si è concentrata nel settore della chimica, al riguardo degli esseri umani, considerati come sacchi pieni di sostanze chimiche.
Con lo sviluppo della psicoanalisi, i disturbi mentali e psicologici sono stati considerati come indipendenti dalle malattie dei vari organi del corpo. C’è stata una crescente specializzazione e una particolare attenzione alla tecnologia. Dispositivi per vari tipi di test e analisi del sangue sono stati inventati e messi in uso e sono state rapidamente impiegate le vaccinazioni.
Il successo di tutti questi miglioramenti si presenta come indiscutibile ed è sostenuto dalle statistiche. Ogni medico che mette in discussione l’opinione dominante, che è ampiamente accettata dalla comunità scientifica, è considerato come un eretico pericoloso e pazzo. D’altra parte si può sostenere che le società farmaceutiche influenzano pesantemente questa diffusa opinione, si può anche affermare che la forma.

I risultati di questo progresso nella cura della salute sono i seguenti.
Qualche decennio fa, il medico era il tuo agente farmaceutico. Quando gli si faceva visita, questi voleva darti delle pillole, per lo più antibiotici e tornavi a casa sollevato. Oggi è leggermente diverso.
Il medico è diventato l’agente dei test. Quando gli fai visita ti è obbliga a sottoporti a una serie di test. Il medico agente farmaceutico ti assicurava che saresti stato bene se prendevi le pillole giuste. Il nuovo medico spesso non rischia nemmeno una diagnosi.
Egli si baserà molto sulle prove che dovrai fare. Egli ti annuncerà i risultati con termini medici che molto spesso non capisci. Egli ti tratterà come un caso clinico e non come una persona.
La medicina convenzionale è diventata disumana.
Si è evoluta, nel corso dei decenni, in un settore biochimico, biotecnologico e di servizio molto potente e fruttuoso, inflessibile al cambiamento e intollerante ad essere messo in discussione.

Sono tre decenni ora che un medico tedesco, Ryke Geerd Hamer, ha dimostrato empiricamente qualcosa che l’uomo ha sempre saputo. Ogni malattia ha una causa emotiva data da conflitti violenti e improvvisi. Il paziente deve affrontare e superare la causa emotiva della sua malattia. Spetta a lui tornare a star bene.
Questo medico viene presentato come un pazzo pericoloso da parte della medicina ufficiale e dei media. Le sue affermazioni, i suoi dati empirici ottenuti dallo studio di oltre 40.000 pazienti e le migliaia di pazienti curati con successo con il suo metodo, non vengono nemmeno esaminati. Eppure egli ha chiesto centinaia di volte la valutazione delle sue scoperte da parte della comunità scientifica, secondo un rigoroso metodo scientifico.
Gli è stata sottratta la licenza per esercitare come medico, è stato perseguitato ed è stato anche messo in galera, per non aver rinunciato alle sue idee.
I suoi colleghi giudicano apertamente le sue teorie come ridicole, senza mai averle valutate e confrontate.

I casi di pazienti che non hanno ottenuto beneficio con la sua medicina, sono stati presentati come “prova” che egli è “pericoloso”, anche se i familiari delle “vittime” non hanno sporto denuncia contro di lui. Eppure la stessa medicina ufficiale non si accanisce contro i medici che praticano il protocollo convenzionale, nonostante le numerosissime vittime causate dalle stesse “terapie convenzionali”.
La critica medica ufficiale contro di lui si è mostrata in gran parte superficiale.
I risultati della scansione del cervello che ha prodotto per dimostrare la correlazione tra disturbo mentale e il disturbo corporeo, sono considerati come difetti strumentali, anche se Hamer ha presentato un documento ufficiale, rilasciato da parte della società che produce gli strumenti, attestante che essi non sono causati dai loro dispositivi. Inoltre Hamer ha fatto innumerevoli volte precise diagnosi, basandosi esclusivamente su scansioni cerebrali.
I medici rifiutano la sua opera senza nemmeno averla letta attentamente.
Infine è accusato come un teorico della cospirazione e un anti-semita.

Hamer sostiene che la terapia convenzionale del cancro è letale e che ha sufficienti prove mediche per dimostrarlo. Egli sostiene inoltre che gli antibiotici devono essere evitati il più possibile. E’ ovvio che è una minaccia non per gli ebrei, ma per l’inflessibile e redditizia industria medica.

Tuttavia ci sono già segnali di cambiamento.
Un sacco di operatori sanitari accolgono le idee del dottor Hamer e un sacco di pazienti ricorrono alla sua medicina per sentirsi meglio e meno stressati. Vi è un crescente interesse per le scoperte del Dr. Hamer e la loro applicazione, anche se purtroppo non è sempre attribuito a lui.
Un giorno il Dottor Ryke Geerd Hamer verrà finalmente riconosciuto come un innovatore, che ha aperto la strada per la nuova medicina del 21° secolo.

Annunci