di Caroline Markolin, Ph.D.
Articolo originale – Traduzione e adattamento di Giorgio Beltrammi

La Nuova Medicina Germanica (NMG) è basata sulle scoperte del dottor Ryke Geerd Hamer. Egli ha conseguito la laurea in Medicina nel 1961 presso l’università di Tübingen, in Germania. Si è specializzato in medicina interna e frequentato differenti cliniche universitarie in Germania. Il Dr. Hamer ha condiviso le sue conoscenze mediche con sua moglie, Sigrid, anche ella medico. Insieme hanno cresciuto quattro figli.

Il 18 agosto 1978 è stato, secondo le stesse parole del Dr. Hamer, il giorno più buio della sua vita. In quella giornata ricevette la shoccante notizia che il suo figlio più grande, Dirk, era stato colpito accidentalmente da un colpo d’arma da fuoco. Dirk morì quattro mesi dopo tra le braccia del padre.
Poco dopo la morte di Dirk, al Dr. Hamer fu diagnosticato un cancro del testicolo. Dal momento che non si era mai seriamente ammalato, giunse alla conclusione che quel tumore dovesse avere delle correlazioni con la perdita di suo figlio.

La morte di Dirk e il cancro che aveva colpito il padre, portarono il Dr. Hamer ad una straordinaria scoperta scientifica. All’epoca era internista in una clinica oncologica tedesca ed inizio a indagare sulle storie dei propri pazienti ed imparò presto che, come lui stesso, essi avevano sofferto di un distress emozionale inaspettato antecedente la diagnosi di cancro. Tuttavia approfondì le ricerche. Basandosi sul fatto che ogni evento organico è controllato dal cervello, egli analizzò le TC cerebrali dei pazienti comparandole con le loro anamnesi. Si trattava di un approccio completamente nuovo. Fino ad allora nessuno studio aveva analizzato l’origine delle malattie nel cervello ed il ruolo di questo come mediatore tra le emozioni e gli organi malati.

Ciò che il Dr. Hamer ha scoperto è straordinario. Ha scoperto che quando soffriamo di uno shock emozionale molto violento e inatteso, come una separazione inaspettata, la perdita di una persona amata, o una paura improvvisa, il cervello avvia un programma biologico di emergenza per rispondere all’esatto shock conflittuale provato in quel preciso momento. Ha stabilito che nell’esatto momento in cui si verifica lo shock, questo impatta una specifica area cerebrale, causando una lesione chiaramente visibile alla TC cerebrale in forma di anelli concentrici. Con questo impatto lo shock viene comunicato all’organo corrispondente. Se l’organo risponda al conflitto con lo sviluppo di un cancro, un disturbo cardiaco, la perdita di tessuto come nell’osteoporosi o nell’ulcera gastrica, è determinato dal tipo specifico di distress emozionale.

Facciamo l’esempio di un cancro del colon: Il conflitto biologico collegato al nostro intestino è, come lo ha chiamato il Dr. Hamer, un “conflitto da boccone indigeribile“. Gli animali vanno incontro a questi tipi di conflitto in termini reali quando, per esempio, un boccone troppo duro e grosso rimane incastrato nel canale intestinale. In risposta a questa condizione potenzialmente mortale, le cellule intestinali iniziano a moltiplicarsi. Il proposito di questa crescita è quello di produrre più succhi digestivi al fine di ridurre le dimensioni del boccone e consentirgli di passare. Noi umani abbiamo ereditato questa modalità di risposta. Per noi un “boccone indigeribile” può essere paragonabile a un insulto, ad un divorzio difficoltoso, una lotta per una eredità o per un possedimento, o per una causa legale che non riusciamo a “digerire”. Il Dr. Hamer ha scoperto che quando proviamo un conflitto “indigesto”, avviene lo stesso processo di proliferazione cellulare, con il controllo dell’area del cervello che controlla il nostro colon. Se la persona è colpita da un conflitto indigesto, le cellule intestinali cominciano a moltiplicarsi a formare quello che poi viene diagnosticato come un cancro del colon. La medicina convenzionale interpreta questa crescita cellulare aggiuntiva come “maligna”. Basandosi sullo studio di migliaia di casi, il Dr. Hamer mostra che queste cellule aggiuntive (il tumore) sono quelle che lui chiama “cellule a perdere”, le quali hanno una utilità solo temporanea. Dal momento che il “boccone indigesto” viene digerito, le cellule superflue non sono più necessarie.

Il Dr. Hamer ha scoperto anche che ogni “malattia” decorre in due fasi. Durante la prima, detta di conflitto attivo, ci si sente mentalmente ed emotivamente stressati. Tipicamente si è del tutto preoccupati su quello che è successo, si hanno le estremità fredde, scarso appetito, sonno disturbato e si perde di peso. Se si risolve il conflitto, si entra nella fase di guarigione, durante la quale la psiche, il cervello e l’organo colpito entrano in una fase di riparazione. Dato che la medicina convenzionale non riconosce le due fasi della malattia, molti sintomi di riparazione come infiammazione, febbre, dolori e gonfiori, pus, perdite di liquidi, sangue nelle feci, nelle urine o nell’escreato (specialmente quando la crescita tumorale si arresta), o infezioni, sono etichettate come malattie sebbene siano in effetti manifestazioni di un processo di guarigione.

L’aspetto terapeutico della NMG è molteplice. Il primo passo è quello di determinare se la persona sia ancora in conflitto attivo o già in fase di guarigione. Se è ancora in fase attiva, l’obiettivo è di riconoscere il conflitto originario, sviluppare una strategia per risolverlo e preparare il paziente ai sintomi di guarigione. Durante la fase di guarigione è importante supportare il paziente dal punto di vista psicologico e, se necessario, dal punto di vista medico. Ma soprattutto, è essenziale capire la natura dei sintomi. Poiché capire ogni sintomo nel suo contesto biologico e biografico, consente di liberarsi dal panico e dalla paura che si scatenano spesso con l’inizio della malattia.

Le ricerche del Dr. Hamer cambiano radicalmente la dottrina centrale della medicina convenzionale, che considera le malattie come il risultato di malfunzionamenti degli organi. Fornendo evidenze cliniche e scientifiche, per le quali il cancro non avviene per caso, ma come risultato di un programma di sopravvivenza, applicato nel corso di milioni di anni di evoluzione, il Dr. Hamer ha scosso la medicina convenzionale (compresa l’industria medica) nel suo più profondo. Con la NMG, domande come “Perché a me?” o “Perché il cancro?” non sono più un mistero. Come altri “medici eretici”, il Dr. Hamer sta pagando il prezzo dell’aver messo in discussione i vecchi dogmi.

Nel 1981, il Dr. Hamer ha presentato le sue scoperte alla Facoltà di Medicina dell’Università di Tübingen come tesi di post-dottorato. Ma da quel giorno l’Università ha rifiutato di sottoporre ad analisi le ricerche del Dr. Hamer in contrasto con gli obblighi istituzionali. Si tratta di un caso senza precedenti nella storia delle università. Allo stesso modo, la medicina ufficiale rifiuta di riconoscere le sue scoperte, nonostante le 28 verifiche effettuate da medici e professori.

Appena dopo che il Dr. Hamer ebbe sottoposto la sua tesi, gli fu imposto l’ultimatum per disconoscere le sue scoperte, altrimenti gli sarebbe stato negato il rinnovo del contratto stipulato con l’Università. Fu per lui estremamente difficile comprendere le ragioni per le quali veniva espulso, pur avendo presentato prove sostanziali e scientifiche delle sue scoperte. Dopo le dimissioni, si ritirò in privato a continuare le sue ricerche. Diversi tentativi di aprire una clinica privata fallirono per la strenua opposizione della scienza nei suoi confronti.

Nel 1986, sebbene che le sue scoperte non fossero mai state confutate, al Dr. Hamer fu revocata la licenza per esercitare la professione medica in quanto si rifiutava di negare le sue scoperte e di conformarsi alla medicina convenzionale e ufficiale. Tuttavia egli era ancor più deciso a continuare il suo lavoro. Dal 1987 egli fu in grado di estendere le sue scoperte a quasi tutte le patologie conosciute. Nel 1997 fu esiliato in Spagna, dove continuò le sue ricerche. Fu così in grado di confermare le sue scoperte su oltre 40.000 casi sottoposti a studio.

Il Dr. Hamer è stato perseguitato e contestato per oltre 20 anni. La stampa e l’establishment medico formarono un muro di silenzio e derisione nei suoi confronti e del suo lavoro. È stato ritratto come ciarlatano, come sedicente guaritore miracoloso, un leader di una setta, o come un criminale patologico che negava ai suoi pazienti l’uso delle terapie convenzionali (particolarmente la Chemio). Ma occorre dire che, contrariamente alla medicina convenzionale, la NMG ha un successo documentato del 92%. Ironicamente queste statistiche sui rimarchevoli successi del Dr. Hamer, sono stati diffusi dalle stesse autorità.
Quando venne arrestato nel 1997 (per aver consigliato tre pazienti senza avere la licenza medica!!), la polizia fece delle ricerche sui file dei pazienti trattati. Successivamente, uno dei persecutori fu costretto ad ammettere che, dopo 5 anni, 6.000 dei 6.500 pazienti trattati da Hamer per cancri in fase terminale, erano ancora vivi.
Dal settembre 2004 al febbraio 2006, il Dr. Hamer è stato incarcerato in una prigione francese, in quanto delle persone (che lui non aveva mai conosciuto) avevano probabilmente sofferto di danni a causa della NMG o delle relative pubblicazioni.

Annunci