Nel 1963 Giorgio Beltrammi (aka borgio3) entrava nel suo secondo anno di vita. ovviamente non ricordo nulla di quell’anno, ma gli avvenimenti che leggerete, hanno segnato la storia dell’umanità.
Buona lettura 🙂

  • 11 aprile Viene emanata da Papa Giovanni XXIII l’Enciclica Pacem in terris che predica la fratellanza e la tolleranza, il supporto ai deboli e la pacifica collaborazione tra i popoli. Sarà l’ultimo atto di un papato straordinario.
  • 28-29 aprile Si svolgono le elezioni politiche alle quali partecipa il 92% degli aventi diritto. Ad un guadagno della sinistra, fa da contraltare una leggera flessione della DC
  • 8 maggio A Hue, cittadella universitaria del Vietnam del Sud, la polizia spara sui dimostranti buddisti. Un monaco si da alle fiamme su una strada in segno di protesta.
  • 3 giugno Muore Giovanni XXIII, rimarrà il papa più rimpianto della storia pontificia.
  • 21 giugno Paolo VI, nome papale di Giovan Battista Montini, viene eletto papa successore di Giovanni XXIII. Verrà ricordato come il papa distante e rigidamente formale.
  • 25 agosto Martin Luther King, leader americano nero del Movimento per l’integrazione razziale, guida la marcia dei 200.000
  • 10 settembre Tragedia del Vajont. Dopo la catastrofica dissoluzione di una fiancata della montagna sovrastante, il bacino idrico della diga del Vajont tracima gettando a valle milioni di metri cubi di acqua che travolgono i paesi sottostanti causando la morte di oltre 2000 persone. Si è rivelata una tragedia annunciata, ma tenuta sotto silenzio.
  • 1 novembre Un attentato ai danni del presidente del Vietnam del Sud Ngo Dinh Diem, ne determina la sua uccisione.
  • Viene firmato un accordo tra stati uniti, inghilterra e URSS per la messa al bando degli esperimenti nucleari
  • Il Kenya ottiene l’indipendenza
  • Francia e Cina rifiutano di firmare un accordo sulla soppressione dei test nucleari di superficie.
  • Valentina Tereskova è la prima donna nello spazio.
  • 22 novembre A Dallas viene compiuto il più eclatante, misterioso, discusso e coperto delitto del secolo. Muore in esso il presidente John Fitzgerald Kennedy.
  • I consiglieri americani presenti in Vietnam del Sud vedono aumentare il loro numero a 15.000 unità e gli aiuti americani ammontano a oltre mezzo miliardo di dollari

Dai giornali dell’epoca
Nel 1963 una copia di giornale costava 50 lire. Leggiamo alcune curiosità :

  • Valentina 26 anni prima donna nel cosmo Reportage di una avventura cosmica tutta femminile. La Unione Sovietica raggiunge risultati di rilievo nella scoperta dello spazio. (Paese Sera del 17/06/1963)
  • L’ONDA DELLA MORTE Tragico reportage della tragedia della diga del Vajont. Immagini di devastazione e morte. In terza pagina un trafiletto titola “NATURA CRUDELE”. Forse nessuno immagina che tutto era previsto e che la catastrofe si sarebbe potuta evitare. (Corriere della Sera del 11/10/1963)
  • E’ STATO UN ASSASSINIO Prime voci del dissenso sulle cause ufficiali della catastrofe del Vajont. Richieste di inchieste e denunce gridate a squarciagola infiammano politica e imprenditoria. (L’Unità del 12/10/1963)
  • Il Ponte aereo America-Europa cominciato la notte scorsa Reportage del ponte aereo che infiammerà la Germania per la gestione di Berlino. (La Nazione del 22/10/1963)
  • Kennedy Assassinato Articolo sull’omicidio più misterioso del 20imo secolo. Viene mostrata la foto del presunto assassino a sua volta assassinato dopo qualche tempo.. (Il Giorno del 23/11/1963)
  • L’assassino di Kennedy ucciso con una rivoltellata Tratto dal quotidiano

    Oswald è stato colpito a bruciapelo da Jack Rubinstein, proprietario di un locale notturno, sconvolto per la fine del Presidente – «Non voglio essere un eroe. L’ho fatto per vendicare Jacqueline» ha dichiarato. E’ stato incriminato per omicidio. Milioni di americani hanno assistito alla drammatica scena. Oswald si è spento nell’ospedale dove morì la sua vittima – La polizia era certa della sua colpevolezza.. (Giornale di Sicilia del 25/11/1963)

Al Cinema
Nel 1963 vengono offerte le seguenti proiezioni :

  • Otto e Mezzo un film commedia interpretato da Marcello Mastroianni, Sandra Milo, Claudia Cardinale per la regia di Federico Fellini
  • Il Gattopardo un dramma storico interpretato da Burt Lancaster, Claudia Cardinale, Alain Delon per la regia di Luchino Visconti
  • Le mani sulla città un film drammatico interpretato da Rod Steiger, G. Alberti, per la regia di Francesco Rosi
  • I Mostri un film satirico interpretato da Vittorio Gasman, Ugo Tognazzi, per la regia di Dino Risi
  • Gli uccelli un thriller interpretato da R. Taylor, T. Hedren, per la regia di Alfred Hitchcock
  • Agente 007 dalla Russia con amore un film poliziesco interpretato da Sean Connery per la regia di T. Young
  • Cleopatra un indimenticabile Colossal storico interpretato da Elizabeth Taylor, Richard Burton, per la regia di J. Mankiewicz
  • Tragedia di Longarone Speciale televisivo sulla tragedia del Vajont.

Vince l’Oscar come miglior film “Lawrence D’Arabia” di D. Lean.

Musica

  • Festival di Sanremo Vince il Festival Tony Renis con la canzone Uno per tutte seguita da Claudio Villa con Amor Mon amour My Love, da Pino Donaggio con la canzone Giovane Giovane

Bob Dylan diventa il guru del movimento pacifista.
Sale alla ribalta della scena musicale Janis Joplin
Nasce il gruppo musicale italiano dei Nomadi
Nasce il gruppo musicale Who

In Televisione
Nel 1963 i programmi mandati in onda erano :

  • Tredicesima Edizione del Festival di Sanremo condotto in quell’anno da Myke Bongiorno, Edy Campagnoli . Quell’anno vinse Tony Renis con la canzone Uno per tutte.
  • Dottor Kildare Serie televisiva a partire dal 25 novembre. Tratta delle vicende ospedaliere di un medico paladino dei buoni sentimenti e del servizio ai deboli.
  • Johnny 7 Varietà in onda sul Programma Nazionale dall’8 agosto. Condotto da Johnny Dorelli per la regia di Eros Macchi, è un programma leggero e luccicante, molto gradito.
  • Il Mulino del Po Sceneggiato in onda sul Programma Nazionale alla domenica, a partire dal 13 gennaio.
  • Ritorna il Tenente Sheridan Serie televisiva poliziesca interpretata da Ubaldo Lai ed in onda alla domenica alle 21.05 sul Programma Nazionale.
  • Lo Zecchino d’Oro festival canoro per bambini condotto dal Mago Zurlì (Cino Tortorella) e in onda dal 1959. In quest’anno viene creato il Piccolo Coro dell’Antoniano.
  • TV 7 Settimanale giornalistico di successo che, nato il 20 gennaio di quest’anno è giunto fino a quest’anno ricevendo numerose rettifiche. Vengono trattati argomenti di attualità di vario genere.

Lo Sport

  • Calcio La Internazionale vince lo scudetto.
  • Formula 1 Jim Clark vince il campionato con la Lotus Climax
  • Ciclismo l’italiano F. Balmanion vince il Giro d’Italia ancora una volta, mentre J. Anquetil vince il Tour de France per la terza volta

La Scienza

  • La prima Musicassetta La società olandese Philips immette sul mercato la prima cassetta di registrazione a nastro compatta rivoluzionando per sempre il concetto di registrazione. Questi nastri alloggiati in cassette di 10cm x 6cm, sono in grado di registrare un ora di musica e nel tempo verranno perfezionate fino a che negli anni 90 non verranno surclassate dai CD.
  • Trapianto di Rene Il chirurga americano esegue a Minneapolis il primo trapianto di Rene da scimmia a uomo. Il paziente sopravviverà dodici giorni.
  • Prima Donna cosmonauta Valentina Tereskhova dopo 2 giorni e ventidue ore di orbita terrestre atterra in Unione Sovietica. Sarà la prima donna a compiere un volo spaziale.

Giovanni XXIII
Nome papale di Angelo Giuseppe Roncalli, nato a Sotto il Monte in provincia di Bergamo nel 1881. Intraprende i primi studi nel seminario di Bergamo per poi proseguirli nel Seminario pontificio romano. Viene ordinato sacerdote nel 1904. Dapprima segretario del Vescovo di Bergamo e poi professore del seminario diocesano, Papa Giovanni parte per la Grande Guerra in qualità di sergente di Sanità. Al ritorno dalla guerra viene convocato a Roma da Benedetto XV per fare parte della Congregazione di propaganda fide.
Intrapresa la carriera diplomatica in Bulgaria, Papa Giovanni diviene delegato apostolico in Turchia nel 1935, Nunzio apostolico a Parigi e nel 1953 diventa Cardinale. Il 28 ottobre del 1958, dopo dieci scrutini, Angelo Giuseppe Roncalli viene eletto Papa. Da subito mostra una grande volontà di modificare, aggiornare e popolarizzare la chiesa attraverso diverse encicliche che porteranno la chiesa cattolica al massimo fulgore e condiscendenza anche al di fuori del cattolicesimo ed in tutto il mondo. Non argomentò solo nei riguardi dei fedeli, ma all’indirizzo di tutti gli uomini di buona volontà. Fu uomo di esempio, cordiale e innovatore. Morì nel 1963 a seguito di una breve malattia. Nel 2002 è stato proclamato santo.
Papa Paolo VI
Nato a Concesio presso Brescia nel 1897, Giovanni Battista Montini vene ordinato sacerdote nel 1920. Eminente studioso di diritto canonico e inserito nel mondo universitario cattolico, divenne nunzio apostolico di Varsavia nel 1922. Al rientro in italia, Giovanni Battista divenne sottosegretario agli affari ordinari del Vaticano e fu stretto collaboratore sia di Pio XI che di Pio XII.
Nel 1954 divenne arcivescovo di Milano e nel 1958 fu nominato cardinale. Alla morte di Giovanni XXIII venne nominato papa con il nome di Paolo VI.
Dinnanzi ai problemi di una società in rapido sviluppo, Paolo VI credette di consolidare la fede alla chiesa cattolica con viaggi ed encicliche, ma fu un papa conservatore e bersagliato da temi sociali allora nascenti come il controllo delle nascite, il marxismo, la rivoluzione studentesca, la discussione sui grandi temi della morale e della religione, temi ai quali si pose talora con rigore e talora con oscurantismo.
Il suo papato ha rimarcato ancora maggiormente la nostalgia degli italiani per il suo predecessore.
Paolo VI muore a Castel Gandolfo nel 1978.
Martin Luther King
Nato ad Atlanta in Georgia nel 1929, Martin era figlio di un sacerdote battista. Laureatosi a Boston, dal 1955 portò avanti la lotta per il riconoscimento dei diritti delle popolazioni di colore e la uguaglianza tra bianchi e neri di fronte alla giustizia. Il suo metodo, al pari di quello di Gandhi, si basava sulla non violenza e sulla resistenza passiva.
Animatore delle masse e dotato di carisma, ottenne in un primo momento la abolizione della segregazione razziale sui mezzi pubblici. Nel 1957 fondò la Conferenza dei Leader Cristiani del Sud e promosse azioni di resistenza non violenta, manifestazioni di protesta e altre forme di denuncia contro la segregazione razziale in scuole e uffici.
Dopo la marcia dei 200.000 su Washington, nel 1964 ricevette il premio Nobel per la Pace. Dal 1965 Martin Luther King spostò il suo campo di intervento verso il nord, ma le azioni non violente erano invece fonte di scontri e intolleranze.
Durante una manifestazione svoltasi a Menphis il 4 aprile del 1968, King fu assassinato. La sua morte fu vissuta con grande commozione e clamore in tutto il mondo.
John Fitzgerald Kennedy
John Fitzgerald Kennedy, comunemente chiamato John Kennedy o Jack Kennedy o solo JFK, (Brookline, 29 maggio 1917 – Dallas, 22 novembre 1963) è stato un politico statunitense, 35º Presidente degli Stati Uniti.

Candidato del Partito Democratico, vinse le elezioni presidenziali del 1960 e succedette al Presidente degli Stati Uniti Dwight D. Eisenhower. Assunse la carica il 20 gennaio 1961 e la mantenne fino al suo assassinio, a Dallas, il 22 novembre 1963. Gli subentrò il vicepresidente Lyndon B. Johnson.

Kennedy, di origine irlandese, è stato il primo Presidente degli Stati Uniti di religione cattolica. Fu anche il primo presidente statunitense ad essere nato nel XX secolo ed il più giovane a morire ricoprendo la carica.

La sua breve presidenza, in epoca di guerra fredda, fu segnata da alcuni eventi molto rilevanti: lo sbarco nella Baia dei Porci, la Crisi dei missili di Cuba, la costruzione del Muro di Berlino, la conquista dello spazio, gli antefatti della Guerra del Vietnam e l’affermarsi del movimento per i diritti civili degli afroamericani.

Il 22 novembre del 1963 il Presidente degli Stati Uniti, John Fitzgerald Kennedy, atterra all’aeroporto di Dallas a bordo dell’aereo presidenziale. La visita del Presidente è attesa da tutta la popolazione ed è un avvenimento importante per lo stesso presidente che cerca di conquistare popolarità e fiducia in uno stato che non si era mai mostrato entusiasta di quel giovane democratico.
Tutto è pronto per la visita che si compone di un giro della città a bordo di una lussuosa decappottabile scoperta.
Jaqueline, moglie del Presidente, veste con un elegante e sobrio tailleur rosa fragola e siede vicino al marito che durante il giro dispensa saluti e sorrisi a tutti i presenti sui marciapiedi che si mostrano rilassati e per niente ostili, come lo stesso Presidente non si aspettava.

Alle 12 e 30 la macchina del presidente rallenta per svoltare a destra e poi a sinistra passando di fianco ad un deposito di libri. Moltissimi spettatori sono assiepati su un piccolo terrapieno e alcuni di essi sono provvisti di telecamera e mancano pochissimi minuti per raggiungere la destinazione del corteo.
Improvvisamente una serie di colpi rompe i festosi rumori del passaggio del corteo presidenziale.
Il presidente si afferra la gola con una smorfia di dolore. Nello stesso momento il governatore Connally si accascia sanguinante addosso alla moglie, mentre un colpo fa esplodere la parte posteriore del cranio del Presidente.
La moglie di Kennedy si alza gridando lanciandosi sopra il bagagliaio della decapottabile e il corteo improvvisamente accelera.

Il corpo del presidente sparisce nel nulla. Verrà effettuata l’autopsia durante la quale sparirà il cervello dal resto del corpo. Del corpo del Presidente non si saprà più nulla, mentre un nuovo presidente presta giuramento a bordo dell’aereo presidenziale.
Viene arrestato Lee Harvey Oswald che viene ritenuto l’unico assassino di Kennedy, ma durante le varie ricostruzioni dell’attentato, avvenute svariate volte e sempre con la comparsa di nuovi dettagli, si scopre deduttivamente e logicamente che il presunto assassino non avrebbe potuto effettuare da solo quell’omicidio dato il numero dei proiettili rinvenuti e i colpi sparati in un lasso di tempo troppo breve per un fucile a caricamento manuale.
Moltissimi testimoni che verranno a mancare con il passare dei mesi, affermano che i colpi non provenivano solo dal deposito dei libri, da dove avrebbe agito Oswald, ma anche da davanti la macchina presidenziale. Il filmato girato da Zapruder, mostra chiaramente cosa è avvenuto e quanto è avvenuto non collima con il Rapporto della Commissione Warren che ha addossato tutta la responsabilità su Lee Harvey Oswald.
Questi viene a sua volta brutalmente assassinato, per mano di Jack Ruby, mentre sono in corso le indagini che lo dichiareranno il vero e solo responsabile dell’attentato. Gli agenti che lo stavano accompagnando danno la netta sensazione che lo tenessero fermo per aiutare la mano dell’assassino.
Da allora la sola versione ufficiale e politicamente accettata è scaturita dal precipitoso e comodo Rapporto Warren.

Solo nel 2029, se il governo di allora non disporrà di posticipare ancora l’apertura dei file sulla misteriosa morte del presidente, potremo forse capire chi abbia causato la triste morte di John Fitzgerald Kennedy e da chi è stato mandato ad ammazzarlo.
Quest’ultimo punto è forse il mistero più coperto che si sia creato negli ultimi 50 anni.
Un autore italiano sostiene, offrendo spunti di riflessione molto interessanti, che le ragioni del complottismo siano infondate e che effettivamente Lee Harvey Oswald sia l’unico autore dell’omicidio più discusso del secolo.

Annunci