di Susanna Pezzoni

Mamma mia che situazione paradossale viviamo: siamo combattuti (siete / sono /… siamo, vabbe’) tra il diavolo e l’acqua Santa; insomma,il Popolo Italiano è imbrigliato in questa dicotomia; da un lato una classe politica inqualificabile, priva ormai di freni inibitori perché priva di Intelligenza Morale, che ancora consente ad un uomo come l’ex Premier di esprimersi pubblicamente, circondato e sostenuto da un entourage di azionisti del male all’insegna della totale immoralità, dall’altra il Papa che ha il compito di riaffrescare le pareti di una Chiesa che si stava perdendo nei meandri della materialità e della povertà Spirituale.
Un Papa cui tocca il gravoso compito di evitare la dissoluzione di una Chiesa sulla quale incombono accuse di un certo rilievo, compresa quella di essersi allontanata proprio dai più bisognosi, dagli indigenti, affidati alle attenzioni di pochi Uomini giusti che hanno operato ed operano in “territori di confine” e mi riferisco al confine tra lo Stato ufficiale e quello parallelo, anche al prezzo della loro Vita.
Siamo innanzi alla dicotomia del secolo: stato/mafia VS Chiesa che si ravvede e forse davvero, potrebbe diventare l’oppio del Popolo.

Susi

Annunci