Articolo originale – Traduzione e adattamento di Giorgio Beltrammi

Chattare con gli amici sulle strategie da adottare per la diffusione della NMG, mi ha suggerito che un buon modo potrebbe essere attraverso dibattiti verbali pubblici (accademici e non) poi trasmessi via Internet (ad esempio su youtube), a disposizione del pubblico .
Come prova, il mio amico ha portato come esempio le discussioni che si tengono nelle università tra accademici (i filosofi, scienziati, ecc .) su questioni come l’esistenza di Dio, e che suscitano molto interesse nella gente nel cercare di rivelare i punti di forza e di debolezza di entrambe le posizioni in conflitto. Come esempio concreto, per illustrare questa idea, il mio amico ha suggerito il recente dibattito tenutosi in Inghilterra tra il filosofo americano cristiano e teologo William Lane Craig (a quanto pare, uno dei difensori più brillanti e sofisticati dell’esistenza di Dio) e il filosofo ateo Stephen Law sull’esistenza di Dio, dibattito che ha suscitato molto interesse tra la gente ed è stato pubblicato online.
Questa è una possibilità che non avevo considerato. Tuttavia, dopo aver riflettuto su questa opzione, credo che in generale non sia una strategia corretta per la diffusione della NMG. Questo per diversi motivi:

  1. Nessuna scuola accetterebbe la proposta di “dibattere” la NMG
  2. Supponendo che una università accetti di discutere la NMG, è possibile che nessun oncologo o internista sia disposto a partecipare a questo dibattito
  3. Non molti esperti della NMG sono in grado di difenderla con abilità. La maggior parte delle persone che conoscono la NMG sono degli estimatori; o, nel caso dei professionisti, essi l’hanno imparata per applicarla ai propri pazienti, non per convincere gli oncologi in un dibattito medico. Di conseguenza, anche il più esperto della NMG non può essere in grado (in termini di abilità retorica, capacità di parlare in pubblico, ecc.) di difendere la NMG in modo convincente davanti ad un pubblico amatoriale.
  4. Per valutare gli argomenti a favore e contro la NMG, è necessario sapere prima di cosa si tratta. Ed è improbabile che un oncologo qualsiasi e tanto meno il pubblico, sappia veramente che cosa sia la NMG. Inoltre, la maggior parte delle persone ha familiarità con i concetti e le idee della medicina convenzionale (che i microbi sono cattivi e li si deve sradicare, che il sistema immunitario è necessario per combattere la malattia, ecc.) e questo favorisce fin dall’inizio la medicina convenzionale che, in termini di argomenti, sarà più convincente per un pubblico disinformato sulla NMG.
  5. Per temi come l’esistenza di Dio, gli argomenti sono più filosofici che di natura scientifica (anche se nel dibattito menzionato vengono citate prove scientifiche a sostegno alla premessa degli argomenti filosofici) e in questo senso hanno un margine maggiore di disaccordo o dissenso, e spesso non ci sono criteri comuni per l’assegnazione del vincitore. Tuttavia, nella scienza empirica, è l’evidenza scientifica che dovrebbe essere una priorità; quindi invece di “dibattere” teoricamente la NMG, sarebbe meglio cercare di comprovarla (o smentirla) empiricamente, e quindi si potrebbe terminare ogni discussione su essa. Almeno, su tutte le discussioni relative alle sue fondamenta e alle leggi biologiche; naturalmente il dibattito scientifico è sempre buona cosa e sicuramente, soprattutto per i dettagli, ci sarà molto da dibattere circa la NMG.

Ecco i motivi principali per cui credo che i dibattiti pubblici non sono un buon modo per diffondere la NMG.

Tuttavia, in altri contesti , un dibattito sulla NMG può essere utile. Se il dibattito è sollevato in una rivista scientifica, questo potrebbe davvero essere utile, soprattutto se il difensore della NMG sostiene la sua tesi con l’evidenza empirica (a livello della psiche, del cervello e degli organi) mostrando che la NMG è corretta. Questo costringerebbe il critico a smantellare tali elementi, e dal momento che non lo può fare con l’evidenza empirica, dovrà fare appello ad altre risorse meno convincenti o più improbabile da sostenere.

In ogni caso, anche se un problema come l’esistenza di Dio può essere discusso a livello universitario di fronte ad un pubblico generale, una materia più tecnica e soprattutto nuovo e rivoluzionario come la NMG, non può essere trattata in questo modo, almeno non per il fine di un’efficace diffusione della NMG.
Questo è ovviamente un parere personale che sicuramente non sarà condiviso da alcuni lettori.

Advertisements