Parlando con una mia amica, cercavo di illustrarle sinteticamente la differenza tra Metamedicina e 5 Leggi Biologiche/Nuova Medicina Germanica.
Le ho detto che la prima si occupa delle implicazioni della coscienza psichica nella genesi delle malattie, mentre la seconda studia le implicazioni biologiche nella genesi delle medesime.
Ci sono due tipi di coscienza, quella psichica dell’essere umano e quella biologica degli esseri viventi, essere umano compreso.
I puristi diranno che ho sbagliato tutto è che sono impreciso ma non mi importa. Mi interessava farle arrivare i seguenti concetti.

La coscienza psichica è l’entità che applica un valore ed un senso agli avvenimenti, che consente di fare scelte ponderate e che permette di definire il giusto e lo sbagliato per sé. Vorrei rimarcare queste ultime due parole, “per sè”. La coscienza psichica è univoca per ogni essere umano; è come il libretto di istruzioni per gli avvenimenti che capitano ad ogni singolo individuo, nessun altro ha le stesse istruzioni. La coscienza psichica applica un senso alle cose ed agli avvenimenti se può, se le istruzioni in suo possesso comprendono il singolo evento.

La coscienza biologica è una coscienza collettiva che si rifà a istruzioni generali e più grossolane, applicabili ad ogni essere vivente di questo mondo. La coscienza biologica può esistere senza quella psichica, quest’ultima non può esistere da sé senza quella biologica.
La coscienza biologica è al di fuori dell’individuo in quanto entità psichica, ma si applica all’individuo in quanto entità biologica ed è colei che ha l’ultima parola quando la vita in se è minacciata.
Quando il libretto di istruzioni della coscienza psichica non ha le istruzioni adeguate per applicare un senso ad un qualsiasi avvenimento, con il rischio di lasciare la persona in balia dell’evento stesso, entra in campo quella biologica che ha istruzioni preimpostate derivanti dall’esperienza evolutivo-biologica. Sono istruzioni scritte da sempre, da prima che entrasse in gioco la psiche. Questa coscienza biologica applica il senso più logico e più diretto alla soluzione del problema. Non applica un senso psichicamente conveniente, ma un senso biologicamente conveniente alla salvaguardia dell’individuo.

La coscienza biologica è la padrona dei bimbi, che hanno una coscienza psichica pressoché vuota. Solo con l’accrescimento questa si riempie, ma mai si sostituisce a quella biologica. Può fare due cose, integrare e arricchire la coscienza biologica (evoluzione) o collidere con essa ed entrare in conflitto (involuzione).
La coscienza biologica apprende al pari di quella psichica.
Il vuoto della coscienza psichica infantile può essere riempito in due modi, con la crescita psichica in cui ci sia senso ad ogni avvenimento, ovvero che sia possibile al bimbo applicare un senso compiacente e positivo ad essi, oppure con l’intervento della coscienza biologica quando al bimbo venga a meno la possibilità di costruirsi una coscienza psichica in modo autonomo e positivo.
Se il bimbo non può capire il senso di un avvenimento, è la sua biologia che lo applica. Se prende uno schiaffo ogni volta che mangia un pochino di nutella e lui non ha la possibilità di capire il senso di quell’evento doloroso, sarà la sua coscienza biologica che apprenderà in modo semplice che “mangiare la nutella fa male”.
Se mamma e babbo si allontanano da lui ogni volta che si sveglia, per andare al lavoro – avvenimento che lui non può capire – la sua coscienza biologica potrebbe apprendere in modo diretto e indelebile che svegliarsi fa allontanare babbo e mamma, quindi meglio dormire.
È solo un esempio, ma serve a far comprendere come sia facile fare dei disastri con i nostri bimbi!

sviluppo-psicologico-bimbo
Spero di essermi spiegato.

Annunci