Tratto da: The Merck Manual of Diagnosis & Therapy, 19th Edition (2011)
Traduzione e adattamento di Giorgio Beltrammi

Il 90% dei carcinomi laringei sono carcinomi squamocellulari. Fumare, bere alcool, un basso stato socioeconomico e l’essere uomini sopra i 60 anni, sono fattori di rischio [1]. La diagnosi precoce è comune in quanto i sintomi vocali, respiratori e alla deglutizione compaiono presto.
Tuttavia i tumori sovraglottici (al di sopra delle corde vocali) ed i tumori sottoglottici (al di sotto delle corde vocali) sono spesso di ampie dimensioni e in stadio avanzato quando vengono diagnosticati, in quanto sono asintomatici fino allo sviluppo di sintomi ostruttivi. La diagnosi si basa sulla laringoscopia e biopsia. Il trattamento dei tumori ai primi stadi è basata su chirurgia e radioterapia. I tumori avanzati sono più spesso trattati con radio e chemioterapia.
I carcinomi squamocellulari sono i cancri più comuni della laringe.
Il 60% delle persone si presenta con una malattia localizzata; il 25% presenta una malattia localizzata e linfonodi regionali metastatici; e il 15% presenta malattia avanzata e metastasi a distanza. Queste intervengono per lo più a polmoni e fegato [2].
I siti più comuni di localizzazione sono le corde vocali vere (glottide) e la laringe sovraglottica. Il carcinoma verrucoso, una rara variante del carcinoma squamocellulare, di solito compare nell’area glottica ed ha un tasso di sopravvivenza migliore.

Cancro della laringe – La Natura non crea sfigati!.


La Natura non crea sfigati
Testo divulgativo che tratta della Medicina di Hamer, la famosa e assurdamente contestata Medicina Biologica.
Il potere della Natura di mantenere in vita i propri figli, svelato in un’opera leggera, breve, chiara ed alla portata di tutti.
Acquista >
Annunci