Uomo di 60 anni operato in precedenza per adenocarcinoma polmonare mucinoso del lobo inferiore destro. Dopo una resezione atipica nella quale è stato asportato l’intero nodulo, l’anatomopatologoriscontra una componente di invasività che convince l’oncologo a richiedere una lobectomia completa del lobo inferiore destro, con linfoadenectomia, al fine di completare una bonifica oncologica.
La mia veste in questo intervento è stata di infermiere assistente di sala.

Cos’è un adenocarcinoma polmonare?
È un carcinoma dell’epitelio ghiandolare che si trova, in questo caso, nel parenchima funzionale del polmone. È un tessuto di origine endodermica e la sua funzione è quella di secernere mucina, una secrezione collosa che favorisce l’inglobamento e l’isolamento dei corpuscoli estranei eventualmente veicolati dall’aria respirata e sfuggiti al filtro nasale. Questi corpuscoli verranno poi espulsi attraverso l’espettorazione. In termini più estesi, la sua funzione è di favorire la respirazione, ovvero l’assunzione del boccone respiratorio.

Essendo di derivazione endodermica risponde al programma speciale, biologico e sensato, innescato dal percepito conflittuale drammatico di “Panico della morte”, ovvero al sentito biologico di rimanere senza respiro, la tipica rappresentazione della morte.
La finalità è quella di aumentare il campo polmonare funzionale per incrementare e/o migliorare lo scambio gassoso.

Sorgente: Rispettare i programmi della Natura – La Natura non crea sfigati!

Annunci