Sto pensando alla piccolezza mentale ed alla totale scortesia di alcuni enti e servizi.
Il 13.10 avevo fatto richiesta, alla Biblioteca di Riccione (Riccione per la cultura), di avere in concessione gratuita la Sala delle Conferenze, per il giorno 27.11,cioè domani.
Dopo oltre 40 giorni, mi rispondono oggi, 26.11, che la richiesta non rientra nella programmazione e nel dibattito culturale della Amministrazione Comunale.
Ora, a parte il sospetto che l’argomento li potesse mettere in difficoltà (La Natura non crea sfigati! che parla di 5 Leggi Biologiche), mi dico….ma benedetti figlioli, se uno ha bisogno di una sala per fare le conferenze, avrà forse bisogno di saperlo con un certo anticipo per pubblicizzare l’evento? Vi risulta che sia possibile?
Ma come mai avete in gestione una biblioteca, la culla del sapere, se poi non pensate a queste cose?
Io non discuto la loro decisione, ma critico apertamente la organizzazione, la gestione di un servizio al pubblico.

Mi chiedo se a furia di leggere libri e di amministrarli, si perda di vista il buon senso.
Comunque grazie lo stesso, ho capito che Riccione per la Cultura non ha ben chiaro cosa sia cultura, ne come tentare di diffonderla.

Advertisements