Tratto da: PasadoFuturo.comLeggi l’articolo in spagnolo
Traduzione e adattamento di Giorgio Beltrammi

Nella parte frontale della Corteccia Cerebrale Non Territoriale (Ectoderma) ci sono sei relè che si attivano di fronte a differenti manifestazioni di "paura frontale" o "spavento frontale".
In Fase Attiva si produce ulcerazione e uno stato di ansia. In Fase di Riparazione si ha gonfiore e si ricostituisce il tessuto ulcerato.

Questi sei programmi (SBS), durante la Crisi Epilettoide producono "attacchi di panico" (che durano pochi secondi se non vengono mantenuti in sospensione) poiché si rivive la paura frontale che la persona aveva vissuto in Fase Attiva, ma con maggiore intensità. L’attacco di panico avviene in un momento di tranquillità, repentinamente, dal nulla, la persona può essere intenta a fare altro tranquillamente e, di colpo, l’attacco di panico la prende di sorpresa e la spaventa in quanto non c’è apparente ragione che l’abbia potuto scatenare.

A seguire gli organi controllati da queste aree cerebrali e il sentito emotivo della attivazione (conflitto o shock biologico) che corrisponde a ciascuno:

Sorgente: Gli Attacchi di Panico e la Paura Frontale – La Natura non crea sfigati!

Advertisements