Si parla di Dislipidemia quando vi sia una alterazione dei lipidi circolanti. Si tratta in genere di alterazioni quantitative rispetto ai valori considerati normali dalla attuale Medicina Ufficiale (MU). Questi valori normali hanno subito delle modificazioni al ribasso, per cui se 20 anni fa erano normali dei valori, 20 anni dopo questi valori sono considerati eccessivi.

I valori considerati normali attualmente sono i seguenti:

  • Colesterolo:
    Totale: 20-200 mg/decilitro
    Hdl: 40-80 mg/decilitro
    Ldl: <130 mg/decilitro
  • Trigliceridi: 40-170 mg/decilitro

Quando si parla di Dislipidemie si fa solitamente riferimento all’ipercolestrolemia (tasso troppo elevato di colesterolo nel sangue) ed all’ipertrigliceridemia (tasso troppo elevato di trigliceridi nel sangue), per cui mi soffermerò unicamente su questi.

È necessario definire cosa sia il Colesterolo.
Il Colesterolo è un lipide (grasso) prodotto autonomamente dall’organismo (da 1 a 2 grammi al giorno) e introdotto attraverso l’alimentazione (da 0.1 a 0.5 grammi) e gioca un ruolo preziosissimo, indispensabile, nel funzionamento globale dell’organismo. Viene metabolizzato principalmente nel fegato e la quota totale di colesterolo in un organismo di circa 70 Kg di peso è di circa 150 grammi.

Aldosterone
È un ormone secreto dalla corticale del surrene. Gioca un importante ruolo nel mantenere l’equilibrio elettrolitico corporeo, promuovendo l’assorbimento del sodio e l’espulsione del potassio attraverso i tubuli renali. Ha quindi un ruolo primario nel controllo del volume dei liquidi corporei.
Cortisolo
Appartiene al gruppo dei glicocorticoidi. Promuove la formazione di glucosio a partire dalle proteine e dai grassi e favorisce l’attività cerebrale e cardiaca. La sua produzione aumenta in caso di stress. Sopprime le risposte infiammatorie e immunitarie (Parasimpaticolisi)
  • È un componente essenziale della membrana cellulare di tutte le cellule animali: si inserisce fra i due strati di fosfolipidi diminuendo la fluidità della membrana, aumentando la stabilità meccanica delle cellule e diminuendo la permeabilità della stessa.
  • Si aggrega ad alcune proteine della membrana cellulare formando vescicole in grado di trasportare il loro contenuto ai vari organuli cellulari.
  • Insieme a molecole proteiche, il colesterolo regola lo scambio di sostanze messaggere tramite la membrana cellulare.
  • È coinvolto nella crescita e nella divisione cellulare.
  • È la sostanza base per la sintesi degli ormoni steroidei come aldosterone, cortisolo, testosterone, estradiolo ecc.
  • Essenziale per lo sviluppo embrionale.
  • Prodotto nel fegato è ampiamente impiegato per produrre la bile, che serve a trattare i lipidi alimentari per renderli assorbibili dall’intestino tenue.

Si trova in grande abbondanza nel cervello, nel sistema nervoso, nelle ghiandole surrenali e nella pelle.

Sorgente: Continua –>