E un altro libro è andato a cercare di colmare la mia ignoranza. Ho da poco terminato di leggere il libro di Andrea GianniniL’Enneagramma Biologico del Corpo Umano“, edito da DUDIT Edizioni e pubblicato solo pochissimi mesi fa.

Di cosa si tratta?
Di un testo particolarmente interessante, che abbina la conoscenza dell’Enneagramma, con le 5 Leggi Biologiche della Natura e l’Osteopatia. Un testo pratico, riccamente dotato di immagini, esercizi e tabelle con i quali comprendere come il corpo dei vari individui rifletta non solo la propria personalità, vissuta in funzione del proprio percepito vitale, ma anche l’andamento dei processi biologici e la postura con la quale affrontare la vita pratica di ogni giorno.
Mi piace inserire, in questa recensione, una frase pronunciata dall’autore in una serata di presentazione del libro in oggetto: “Non esiste una postura corretta, ma una postura funzionale e individuale“.
Nel libro vengono analizzati i vari Enneatipi, ma in una chiave particolare, quella dei terapeuti, le loro potenzialità, i loro limiti e i loro margini di miglioramento. Una lettura utilissima per chi vuole mettersi nell’ottica dell’aiuto alle persone. Devo dire che è un capitolo geniale e molto utile. A me ha fatto molto bene e mi ha fatto capire come pormi nei confronti delle persone, un giorno che io decidessi di darmi al ruolo di aiuto.
Un importante capitolo analizza l’Apparato Muscolo-Scheletrico in una visione biologica, ma quello che rappresenta, a mio parere, una chiave di volta per capire e aiutare le persone, è il capitolo “Gli Enneatipi Posturali e Setting Terapeutico“, una analisi dettagliata delle tipologie morfologiche e posturali in relazione all’Enneagramma, con la descrizione dell’atteggiamento posturale negli assi dimensionali. Ho trovato moltissimi riscontri nella mia breve esperienza di osservazione delle persone. Non solo Andrea analizza quale sia il loro atteggiamento posturale e le principali problematiche muscolo-scheletriche, ma indica chiaramente come potrebbe essere l’atteggiamento delle persone di fronte alle manovre, cosa potrebbero gradire o respingere. Un colpo di genio, devo dirlo.
Dulcis in fundo, la parte degli esercizi, dove l’autore mostra con immagini e testo, cosa sia meglio o peggio per i vari enneatipi. Una parte pratica e utile perché, come dice lo stesso autore, “l’evoluzione e il benessere è nel movimento”.

Complimenti Andrea, un libro utile, diretto e pratico. Da leggere per chi, con megalomania benevola, ha deciso di aiutare chi ha problemi.

L'Enneagramma Biologico del Corpo Umano
Annunci