Maestro,

questa mia breve dedica è per te,
che hai reso la mia vita libera.
Libera dalla paura, libera dal pregiudizio
e libera dal pensiero distorto.

I tuoi insegnamenti, pur nel rigore dell’essere Leggi, sono straordinariamente flessibili, adattabili, verificabili nella singolarità di ogni essere vivente.
Mi hai insegnato che siamo uguali di fronte alla Natura, ma singolarmente unici di fronte alla vita.
Mi hai insegnato che Vita e Natura viaggiano di pari passo e non si slegano mai. Una è a supporto dell’altra in un vicendevole scambio di esperienze e adattamenti.
Sembrano cose scontate, ma non è così, almeno per me.

Mi hai insegnato a ragionare per sensatezza e non per supposizioni; per esperienza e non per statistica.
Mi hai insegnato il valore della storia e il piacere del futuro, che solo accogliendo i doni dell’evoluzione, potrà essere scritto armoniosamente.
Per tutto questo io ti ringrazio, Maestro.

So che vivi una vita ai margini e non per tua scelta. Hai dovuto farlo per salvare la tua vita, per offrire agli abitanti di questo mondo l’occasione per salvare la propria, senza riconoscimenti o almeno un pochino di accoglienza da parte loro.
Ma verrà il momento in cui il tuo nome sarà riconosciuto da tutti. Da tutti coloro stanchi di vivere nella nebbia della paura.

Torno quindi a ringraziarti, a porgerti il mio saluto e l’augurio per una lunga vita, a dispetto di questa umanità irriconoscente.

Grazie Dr. Hamer.

Cordialmente
Giorgio Beltrammi

dr-hamer