Michela Caelli ha offerto all’umanità un’opera molto, molto interessante. Si tratta di un libro in cui vengono intrecciati i principi delle 5 Leggi Biologiche con le osservazioni e l’impiego dei Fiori di Bach.

Un libro ben scritto dove non mancano i richiami alla botanica ed alla letteratura che fa degli alberi e delle piante, gli attori di racconti e metafore, tra mito e leggenda. Versi poetici e di prosa utili ad illustrare il carattere intrinseco dei fiori, che il Dr. Bach ha reso così popolari per le loro azioni curative e riarmonizzanti.

Ed è proprio l’analisi caratteriale, morfologica delle piante, che ha permesso all’Autrice di scrivere questa importante opera.

Analisi molto dettagliate di ogni rimedio, i richiami ai tessuti embrionari che maggiormente ne richiamano il modo di comportarsi, i legami di questi 38 fiori alle tematiche conflittuali di ogni singolo individuo e le stesse parole del Dr. Bach, sono servite all’Autrice per stilare una opera unica e molto affascinante.

Si tratta di un libro utile agli operatori che applicano le 5LB ed ai floriterapeuti, che potranno usare i fiori con un occhio alla biologia ed alla sfera corporale dei propri assistiti.

Ringrazio quindi Michela anche per l’iconografia inserita in ogni scheda illustrativa dei singoli fiori; iconografia che non mostra l’aspetto stesso del fiore, ma opere pittoriche sensatamente abbinate ad ognuno di essi.

Un libro importante, unico, che consiglio a tutti gli interessati.

Ottimo lavoro!

I Fiori del Risveglio