Il periodo, regola o mestruazione è il sanguinamento che le donne hanno quando l’ovulo che espulso dall’ovaio non è fecondato.

Non è naturale che una donna non rimanga incinta ogni volta che ha l’ovulazione. In Natura gli animali si riproducono ogni volta che arriva il periodo della riproduzione. Nell’essere umano questo processo è antinaturale e le donne rimangono incinta per propria decisione, quando lo decidono loro, generalmente molto poche volte nella loro vita. La mestruazione non dovrebbe mai verificarsi in Natura. La mestruazione è una scappatoia alternativa che la Natura usa quando non avviene la normalità, che è la fecondazione. La mestruazione è il conflitto di non aver annidato l’utero, di non essere rimasta incinta.

Una ragazza che ha la prima mestruazione normale (menarca) verso gli 11 anni, dovrebbe diventare madre intorno ai 12 anni, cosa naturale in una popolazione primitiva, diventando una eccellente madre istintiva.
Nelle nostre società “civilizzate” e moderne, le ragazze che arrivano ad avere la prima mestruazione sono sedute in un’aula di scuola ad apprendere cose stupide che nulla hanno a che fare con la vita. Lavano loro il cervello dalla mattina alla sera e la maggior parte di esse ha un conflitto sessuale, sono frigide, si sviluppano in modo maschile con spalle larghe e bacino stretto. Biologicamente sono malformate, metà donne e metà uomini ed entrano in costellazione, nella maggior parte dei casi, verso i 12-13 anni, sono maniaco-depressive ed hanno la prima mestruazione verso i 12-14 anni al secondo conflitto di territorio. La norma naturale sarebbe la verginità fino agli 11 anni e la maternità ai 12 anni.

Abbiamo considerato la Natura stupida, nella nostra “civilizzazione”, affermando: “le ragazzine di 11 sono troppo giovani per rimanere incinta”. Tuttavia, biologicamente, è tutto il contrario. Il biologicamente corretto e sensato è che la donna giovane faccia da mamma dai 12 ai 50 anni. Dovrebbe allattare per circa 40 ed avrebbe compiuto la sua missione biologica. I figli si allatterebbero fino ai 3-4 anni, il che costituirebbe un anticoncezionale naturale. Al contrario, una donna della nostra società ha a malapena un solo figlio e questo figlio viene allattato per pochi mesi (perché la madre deve andare a lavorare); dei quasi 500 mesi in cui la donna dovrebbe allattare, forse lo fa per 4 o 5 mesi.
La donna orientata biologicamente presenta il menarca agli 11 anni e ha il suo primo figlio a 12 anni. A partire da quel momento è madre, ha dagli 8 ai 10 figli, allatta fino ai 50 anni. Al contrario, la donna attuale, con la sua pillola anticoncezionale (che è mascolina) fa si che abbia il suo primo e spesso unico figlio intorno ai 30 anni. In Natura questo figlio sarebbe in realtà suo nipote.

Ogni mese la mucosa dell’utero s’ingrossa in forma di mucosa densa che cresce come preparazione per ricevere, impiantare e nutrire l’ovulo fecondato. Se non c’è fecondazione, la mucosa si distacca e si espelle dando luogo alla mestruazione. Questo processo è il tentativo di trattenere o annidare il frutto della fecondazione.
Il flusso di una mestruazione in totale è di circa di 40-50 ml. È composto di sangue, tessuto endometriale e altri fluidi vaginali.
Questo flusso esce dalla vagina e la sua durata media da tre a cinque giorni.
Ogni volta che avviene questo processo si ha l’attivazione dei bacilli tubercolari, con acidificazione dell’ambiente intrauterino, specie dopo molte ripetizioni; questo diviene la causa dell’infertilità che impedisce l’annidamento.

Sorgente: Ciclo mestruale e Mestruazioni – La Natura non crea sfigati!