Perla saggia:

Diffida della falsa conoscenza
è molto peggiore dell’ignoranza.

George Bernard Shaw

Sto leggendo il nuovo libro di Flavio Bianchi (ricercatore, medico, neuroscienziato, esperto di alchimia, ayurveda, omeopatia classica), “La Decodifica della realtà” edito da Sekmet, un monumentale testo che affianca la realtà scientifica delle tante forme di disturbo fisico e psichico – fin nei minimi dettagli istochimici e neurologici – con le interpretazioni conflittuali e i sentiti emotivi che ne stanno alla base. Una lettura piacevole, condita da un linguaggio popolare che fa in modo che i geroglifici della scienza siano tradotti per chi nella scienza non è così immerso come l’Autore.

In realtà sarebbe un libro da consultare al bisogno, ma io lo sto leggendo come fosse un romanzo e non c’è esagerazione in questo. Rende argomenti ostici e complessi in una forma di medio-facile comprensione.

Quando mi sono imbattuto nella voce “Morbo di Crohn” non ho potuto fare a meno di notare l’enfasi con la quale Bianchi ha affermato che, contrariamente alla convinzione del mondo Hameriano, le malattie autoimmuni esitono! Queste le sue esatte parole:

È autoimmune e non mi dispiace dirlo, ma esistono le patologie autoimmuni (vedi Lupus, Tiroiditi, etc. e se cade un caposaldo della NM non me ne frega una beata cippa)

Per chi è addentro al mondo delle 5 Leggi Biologiche e della Nuova Medicina Germanica® è una affermazione che potrebbe scatenare fulmini e saette, glaciazioni millenarie e coliche biliari storiche, ma….
….devo ammettere che quando mi fanno la domanda: «Ma allora gli anticorpi antitiroide come li giustifichi?», non so come rispondere.

Effettivamente i dati di laboratorio sono incontrovertibili quando reperiscono strutture dalla indubitabile definizione e funzione, quindi?

Come dice giustamente l’Autore del libro, la scienza non è una opinione e mi corre il dovere di ammettere che se vengono reperite strutture anticorpali con un definito tropismo per strutture organiche, occorre non arroccarsi su ingiustificate negazioni tipiche degli ultras delle 5LB e della NMG.

Vale invece la pena, secondo me, rimanere sulle evidenze scientifiche (grazie 5LB Magazine!) e chiedersi piuttosto quali siano le ragioni emotive della produzione di tali strutture anticorpali, che tendono a distruggere qualcosa che appartiene all’organismo che le produce.

Per questo viene in soccorso lo stesso Bianchi avanzando l’affermazione che:

“Quando non riconosco una parte di me stesso, parte una risposta autoimmune verso quella parte che non riconosco”

con le dovute sfumature da applicare alla singola struttura coinvolta e alla singola persona che sviluppa questo fenomeno.

In altri termini, non si tratta di negare gli studi del Dr. Hamer, ma di considerare l’evidenza clinica e unirla con ciò che si chiama “unicità della persona e del suo vissuto”.

Appare ragionevole il pensiero del Dr. Hamer al riguardo dei binari conflittuali, ma appare ugualmente ragionevole accogliere il fatto che è il sentito personale, la percezione soggettiva che può determinare anche il sensato fenomeno autodistruttivo finalizzato alla sopravvivenza. Voglio ricordare le parole di Bruce Lipton, citate nella sua bellissima opera “La Biologia delle credenze“, che è la percezione che determina la biologia.

Devo ammettere che la lettura del libro di Bianchi può far innervosire chi si arrocca fideisticamente alle parole del Grande Uomo (il Dr. Hamer, si intende), ma occorre evitare l’errore di credere che l’Autore del libro voglia smentire tali parole, notando invece come Bianchi cerchi di integrare gli assunti del Dr. Hamer con la constatazione clinica e fisiopatologica degli avvenimenti che capitano alle singole persone.

Da questo punto di vista, il libro di Flavio Bianchi offre un panorama assai vasto e per certi versi complesso, in cui al senso biologico di un evento non può essere negata l’evidenza del reperto clinico e laboratoristico, anche se questo sembra contravvenire a certe dichiarazioni dello scopritore delle 5LB.

Sarei grato ai lettori di un loro commento al riguardo.

Continue –>

Annunci