Ryke Geerd Hamer, scopritore delle 5 Leggi Biologiche, ideatore di un nuovo modo di vedere la malattia e l’opera della Natura, ha cambiato dimensione entrando a far parte stessa dell’universo e delle 5LB che ha scoperto e donato, soffrendo, a tutta l’umanità. Quella stessa umanità che l’ha costretto a vivere di nascosto.
In questo momento sono sinceramente commosso per la perdita oggettiva di un UOMO. Un UOMO veramente, che ha sacrificato questa vita terrena, per mantenere fede a ciò che la Natura non ha mai tenuto nascosto, ovvero che tutto ha senso, anche quando sembra non averne.
Un uomo libero, tenuto prigioniero da uomini schiavi. Che paradosso!

Insieme a me credo che si dispiacciano tutti i risvegliati, tutti quelli che hanno coraggio e serenità di affrontare la miglior vita e le sue lezioni di evoluzione. Tristezza proveranno, forse, tutti coloro che verificando e accogliendo le sue scoperte, sono stati in grado di invertire la rotta, proprio quando tutto sembrava portare ad un inesorabile epilogo.

Gioiranno, immagino, tutti coloro che hanno rifiutato e deriso non solo le idee di quell’uomo, ma l’uomo stesso. Tutti costoro hanno usato il proprio odio e la propria ottusità per cavalcare la follia della paura e della verità più palese, con il fine ultimo di arricchirsi e di seminare sfiducia nella Natura stessa.
Per queste persone fredde e cieche, la morte di Ryke forse potrà dar loro pace e quel barlume di umiltà che li condurrà alla verità che hanno così a lungo osteggiato. Scopriranno che Hamer ha fatto del bene da vivo e, per loro stessi, anche da morto.

Grazie Ryke, grazie davvero.
Se prima erano le tue idee ad aver conquistato la mia mente e la mia persona, ora sei parte di me, di noi, anche di chi con stolta alterigia, non ha capito il tuo messaggio e le tue scoperte.
Io, noi, non ti dimenticheremo mai.

Annunci