B[log]3

Meglio pazzo che stupido!

Poesia

In questa pagina vengono mostrate le mie poesie.
C’ è sempre un poeta in ognuno di noi ed anche le persone più aride, o più ciniche, o più frenetiche, o più pragmatiche, o più stupide o considerate tali, nascondono una vena poetica che talvolta, come la lava di un vulcano, esce fuori con il suo carico di calore e potenza.
Ho scoperto in alcune occasioni la mia vena poetica e vorrei farvene dono.

A mio figlio

Purezza e sincerità
nel tuo sguardo dimorano

Entusiasmo e letizia
risuonano nella tua voce

e fierezza e potenza
animano i tuoi gesti.

Ed io mi sento bene
nel rimirarti, figlio mio

che coscienza del mio futuro in te
mi da serenità e orgoglio

a nutrire il sentimento
che più grande provo
Amore!

Pensieri in fumo

Come fuggevoli pensieri
sono le spire tue di fumo
che salgon verso il cielo
com il piacer d’avervi liberato

Del tuo calor
s’allieta la mano
che a carezzar continua
le strie tue di bellezza

Qual soave piacer
è lo ritmar del tuo fuoco
che sotto una bianca coltre
di cenere leggera
arde per il goder del gusto

Com’ebbe a dir
un sommo scrittore
sei tu
a guidar il mio ardore

Inno alla pioggia

Benvenute siate voi
o lacrime del cielo,
che un rifiorir di vita
donate a questa terra.

Ma al pianto delle nubi
che par dolere l’alma,
una messe di color
nei fiori è la promessa,
Vita nuova
a questo mondo!

Benvenute siate voi
scintillanti gemme delle nuvole,
che dal grigior di sommità
donate luce al verde dei campi nostri
ed il fragrante vostro tintinnar
porge senso, poesia e musica
al placido ascoltare delle fronde

Benvenuta sia tu
o pioggia
che di vita allieti tutti noi

Benvenuta tu sei
o pioggia dissetante!

Ti ricordo così

Ti ricordo così
Bella e sincera
Simpatica e dolcissima
Serena e Gioiosa

Ti ho conosciuta in un età
dove l’amore è un bisogno,
quando non esisteva altra che te

Ti ho voluto bene sinceramente
Ma l’amore non aspetta
ed in un soffio ti ho persa
ancor prima di averti.

Non ho più avuto
la gioia e il dolore di rivederti
ma ti porto con me da allora.

Ti ricordo così, Manu,
Bella e sincera
Simpatica e Dolcissima
Serena e Gioiosa
come l’amore che ho per te.

Vecchi

Nei tuoi occhi albergo io
che ascolto la tua voce
soffiata con fil di fiato

I solchi sul tuo viso
raccontano quel che io sono
tracciando la tua e la mia storia
e nasconderle non toglie
la profondità del loro essere

Il tuo lento passo
rallenta il trascorrere del tempo
che rapisce la mia gioventù
e cercar di rallentare il mio
mi permette di vivere la tua gioventù.

Le tue mani
macchiate da tanto lavoro
si aggrappano al filo della vita
e poterle stringere
mi fa essere più attaccato
alla mia.

Tu
testimone del tempo vivente
indicami la via
che il mio tempo
sia veramente vita.

Fu

Quante storie raccontate
con quei visi dal rigido apparir

Qual fierezza e umanità
traspare dai vostri grigi colori

Quanta è la limpidezza
del tempo che corre
nel vostro messaggio
scritto d’argento o d’oro
o solcato nell’immutabile pietra

Quanta vita donate
a chi vi guarda
appressandosi a voi
per rinnovare il rispetto,
l’amore e la struggente nostalgia
che ancor vi fa ricordar
rigogliosi di vita.

2 thoughts on “Poesia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: